Scaricare Libri Gratis




Poco o niente. Eravamo poveri. Torneremo poveri libri gratis PDF / EPUB

  • Autore: Giampaolo Pansa
  • Editore: Rizzoli
  • I dati pubblicati: 4 Ottobre '11
  • ISBN: 9788817052108
  • Formato del libri: PDF, Epub, DOCx, TXT
  • Numero di pagine: 343 pages
  • Dimensione del file: 39MB
  • Posto:

Sinossi di Poco o niente. Eravamo poveri. Torneremo poveri Giampaolo Pansa:

"C'e una paura nuova che leggo negli occhi di molte persone E il timore di ritornare poveri, di andare incontro a un futuro difficile, di non sapere quale sara il destino dei figli Qualche anno fa, non era cosi Ma in questo 2011 tutto e cambiato in peggio La grande crisi economica e finanziaria ci ha messi di fronte a una realta che nessuno immaginava: la nostra societa e fragile e il benessere che abbiamo conquistato potrebbe svanire Torneremo poveri come erano i nostri genitori e i nonni? Questa incognita mi ha spinto a ricordare l'epoca che ha visto nascere e crescere fra mille stenti mia nonna Caterina Zaffiro e mio padre Ernesto, uno dei suoi figli" Torna Giamapolo Pansa E racconta l'Italia e una paura che credevamo dimenticata: la poverta Storie di quello che siamo stati, e di cio che saremo Un monito per i nostri tempi e una riflessione sulla nuova poverta economica e di valori: "Veniamo quasi tutti da famiglie umili I nonni, i padri e le madri hanno fatto vite orribili, iniziando a faticare da bambini Erano coraggiosi e sono stati capaci di combattere con dignita per non morire di fame e costruire un avvenire migliore per i figli" --- "Voglio ricordare l'epoca che ha visto nascere e crescere fra mille stenti mia nonna Caterina Zaffiro e mio padre Ernesto, uno dei suoi figli Lei era nata nel 1869 nella Bassa vercellese, in una famiglia di contadini strapelati Andata in sposa a un bracciante altrettanto misero, Giovanni Pansa, rimase vedova a 33 anni, con sei bambini da sfamare His life is troubled to be my guide in the narrative of Italy between the nineteenth and twentieth centuries, what the reader will find little or nothing He was a fierce world, where a few rich commanded, they decided everything and were enjoying the daughters of the wretched The poor were many, were put to work as children, then ignorance prompted them to behave as violent Even with their women, forced to give birth to a son after the other, or to abandon a brutal family becoming prostitutes The campaigns they sucked the blood of laborers, condemned to go hungry The cities were hell, prey to cholera, malaria, smallpox, pellagra Torme of ragged children living on the street begging Brothels thrived and sex hidden triumphed Behind an apparent order, smoldered the big mess that would have led to the first world warIt was then that was consumed the slaughter of the poor in uniform, also lived by my father, Ernesto, enlisted at 18 years A slaughterhouse due to end with a dispute raging between black and red, closed by the rise of fascism Little or nothing is the portrait of our past and a warning for the future that awaits us, full of unknowns Will make us tremble and smile, because life is like that "

Comentarios

Gioconda esse menthol cigarettes

lo adoro, ma dovrebbe essere più lungo

Marcella

Molto emotiva,sensibile,descrittivo scrivere.Buon lavoro marco!Si prega di controllare il mio nuovo e-book di Buio E Di Luce

Delfina

Love it :) Per favore continua a scrivere!

Zeta

wow.. il titolo davvero catturare la mia attenzione, ma il mio commento è più lungo del tuo libro.

Petronella

Haha wow, adoro questo .. ottimo lavoro: P